Senza categoria

UNA GIORNATA PARTICOLARE

DIALOGO INTERIORE

Non ci posso credere. Dev’esserci una spiegazione plausibile… ma quale spiegazione può esserci?

Le prove sono schiaccianti. Eppure mi sembra assurdo!  Ci sono rimasta malissimo. Come ho fatto a sbagliarmi così clamorosamente?

Ho sempre creduto di capire le persone, di essere un po’ psicologa, di saper cogliere certe sfumature, di saper leggere i comportamenti anche quando questi sono un po’ sopra le righe…

Invece flop totale, non ho mai capito nulla! Si possono capire davvero le persone? C’è un modo per comprenderle davvero? O forse ognuno di noi nasconde dentro di sé sempre e comunque qualcosa? Cosa spinge qualcuno a vivere una doppia vita? Io sarei in grado di farlo?

Quanto mi dispiace! Che brutta situazione, mi piange il cuore… Perché nella vita capitano queste cose?

Non si può mai stare tranquilli. Ogni giorno, ogni santo giorno può crollarti il mondo addosso. Bisogna stare sempre all’erta, senza stare troppo all’erta perché altrimenti non te la godi. È un gioco di equilibrio difficilissimo.

E pensare che l’ho sempre difeso, forse è questo che mi dà più fastidio… 

TWITT 

La vita ha un inizio ed una fine, siamo di passaggio, tutto ha un termine: oggi voglio ricordartelo.  Ridimensiona e dai la giusta importanza a ciò che ti succede. 

#unagiornataparticolare 

RACCONTO 

Quando questa mattina mi sono svegliata la prima cosa che ho fatto, ovviamente, è stato allungare la mano verso il telefono poggiato sul comodino. Ho guardato l’ora rendendomi conto di colpo che era già tardi e che dovevo darmi una mossa. Così mi sono alzata in fretta e furia ed ho spalancato le finestre, poi ho afferrato il telefono e mi sono recata in cucina a bere. Mentre sorseggiavo l’acqua ho visto che il mio WhatsApp scoppiava di messaggi e l’ho aperto. I messaggi erano tutti della mia amica Vanessa che m’informava di aver scoperto dallo smartphone del suo compagno le prove schiaccianti di un tradimento. Con tanto di foto dell’amante prese da Facebook.  

Io, ancora insonnolita e intontita, sono rimasta col bicchiere a mezz’aria e ci ho messo un po’ a mettere a fuoco la situazione. Infatti la mia prima reazione è stata mandarle un messaggio dove le chiedevo se quello fosse uno scherzo. 

La mia amica è una burlona, adora fare scherzi, io stessa ne sono stata vittima più volte. Le piace vedere la reazione delle persone per poi riderci su. Non era uno scherzo. Ok, a quel punto aveva tutta la mia attenzione.  

La chiamo e lei mi racconta di non aver praticamente dormito e di essere uscita di casa da ore perché non riusciva a stare accanto al traditore che intanto, ignaro di tutto, dormiva beatamente. In pratica lei ha scoperto del tradimento leggendogli i messaggi che nella notte gli erano arrivati sul telefono. Lui, sempre molto attento al suo smartphone ma reduce da una sbronza, non si era accorto di tali manovre.  

La cosa più strana è che la mia amica nel raccontare tutto ciò non era disperata ma molto distaccata, infatti era da tempo che mi parlava dei suoi sospetti e forse un po’ se lo aspettava. Mi è sembrata triste ma sollevata, come se finalmente avesse avuto la conferma di non essere pazza.  

Inutile dire che la più indignata tra le due ero io, infatti ho iniziato ad insultare il traditore pesantemente strappandole anche una risatina (amara). Ero incredula e dispiaciuta per la mia amica che è una persona buonissima e dolcissima che non farebbe del male ad una mosca. Nessuno merita un tradimento ma lei ancora meno di tutti. È così ingiusta la vita.  

Ma il tempo stringeva e lei doveva attaccare a lavoro, avremo tempo per disquisire sui lati filosofici della vicenda. Siamo passate alla pratica.  

Cosa fare adesso? Lei mi ha detto di aver intenzione di far finta di nulla per qualche giorno, di volerlo solamente trattare molto freddamente… in pratica vorrebbe che fosse lui ad arrivarci ed a capire che lei ha scoperto qualcosa.  

Io le ho detto che è troppo buona come sempre e che un traditore non capisce e mai capirà, più che altro se ne frega. Comunque le ho consigliato di fare ciò che la fa sentire meglio e di non agire in base a quello che vorrebbe ottenere da lui ma solo pensando a sé stessa. Se sbatterlo fuori di casa ed urlargli le peggiori parole la fa sentire meglio che lo faccia, senza pensare ad altro. Che c’è tempo per considerare le questioni pratiche della vicenda, che deve pensare solo al suo amor proprio ed ai suoi sentimenti adesso. Ovviamente le ho ribadito la mia vicinanza e che può contare su di me per qualunque cosa, sperando che un sostegno psicologico possa aiutarla.  

Aspettiamo di vedere come si sviluppano gli eventi. Io intanto sono scioccata. Ho sempre pensato che lui fosse addirittura più innamorato di lei e che lei si facesse dei film mentali quando mi parlava dei suoi sospetti.  

Spero solamente che Vanessa ce la faccia ad affrontare una lunga e stancante giornata lavorativa senza aver dormito e con un tale macigno sul cuore. L’importante è superare questa giornata particolare, la più dura di tutte quelle che verranno.